Ferrara

VISITARE FERRARA

 

Cosa fare, vedere e cosa mangiare a Ferrara

Ferrara è famosa nel mondo anche come “città delle biciclette” è situata nella bassa pianura emiliana con a nord il Fiume Po che fa da confine naturale con il Veneto , a poco meno di un’ora da Bologna, Ferrara è rinomata non solamente per la buona cucina, ma anche per il patrimonio artistico che racchiude, per gli eventi originali organizzati ogni anno, oltre che agli innumerevoli luoghi turistici da visitare che sinteticamente andremo ad elencare.

Ferrara città d’arte da assaporare passeggiando lentamente per le sue strade, dove in ogni angolo c’è qualsosa da vedere, da fare e da assaporare, in ogni suo angolo il suo carattere di capitale del Rinascimento è ancora vivo e forgia l’essenza del suo presente.

L’UNESCO ha conferito a Ferrara nel 1995 il titolo di patrimonio mondiale dell’umanità come città del Rinascimento e successivamente, nel 1999, la città estense ha ricevuto un ulteriore riconoscimento per il Delta del Po e per le Delizie Estensi, l’insieme di 19 ville presenti nel territorio ferrarese e nella sua provincia che rappresentavano i luoghi di ritiro e svago degli Este, d’ altronde gli Estensi la governarono per tre secoli e le diedero l’aspetto che ancora oggi conserva intatto, in un’urbanistica unica che in maniera armonica fonde Medioevo e Rinascimento, facendone la prima vera città moderna d’Europa del tempo, ora non Vi resta altro che assaporare la vostra visita a Ferrara e qui vi indichiamo le cose immancabili da vedere e visitare a Ferrara
 

Cosa vedere a Ferrara

Visita al castello di Ferrara : Antica fortezza trecentesca poi residenza dei Duchi D’ Este nel Cinquecento recentemente restaurato con i suoi incredibili saloni.

Visita alla Cattedrale : massimo monumento medievale della citta’, inaugurata nel 1135. La bella facciata marmorea a tre cuspidi con loggette e’ stata recentemente restaurata e riportata all’ antico splendore, cosi’ pure il campanile marmoreo (1441-1596) attribuito all’ Alberti, e l’ abside che e’ del Rossetti (fine ‘400)

Corso Ercole I d’ Este : percorrendo si puo’ godere della visione della citta’ rinascimentale voluta da Ercole I e realizzata da Biagio Rossetti. La strada ampia e rettilinea sulla quale si allineano armoniosi palazzi intervallati da giardini, conduce al Quadrivio, nome assegnato all’ incrocio con l’ asse Corso Porta Mare-Corso Biagio Rossetti.

Visita alla Basilica di San Giorgio : situata anticamente al di fuori della città storica, nel Borgo San Giorgio, fu poi spostata nell’attuale sede, fu la prima basilica della città di Ferrara, costruita nel VIII secolo sulla sponda destra del Po di Volano. Quando nel 1135 la sede del Vescovo fu trasferita nell’attuale cattedrale, la Basilica di San Giorgio fu quasi completamente dimenticata.

Visita a Palazzo Paradiso : E’ stato costruito nel 1391, ospita attualmente la Biblioteca Comunale Ariostea, nella quale si trova la più completa raccolta delle edizioni dell’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto oltre che alcune lettere di Torquato Tasso nonché la Bibbia appartenuta a Girolamo Savonarola. Palazzo Paradiso, era l’antica sede dell’Università di Ferrara .

Visita a Palazzo del Diamanti : uno dei monumenti più famosi di Ferrara e del Rinascimento Italiano, è situato in Corso Ercole I d’Este 21. Il palazzo è stato progettato da Biagio Rossetti nel 1492 per conto di Sigismondo d’Este, fratello del duca Ercole I d’Este, fu poi costruito tra il 1493 e il 1503. Inizialmente nacque come dimora degli Este,e sucessivamente dal 1832 il palazzo fu acquistato dal Comune al fine di ospitarvi la Pinacoteca e l’Ateneo Civico.
Il nome del palazzo come noterete appena lo vedrete esternamente, deriva dall’utilizzo di pietre a forma di punte di diamante che creano effetti prospettici d’impatto .

Piazza Ariostea : un’importante piazza di Ferrara che oggi rappresenta un punto di ritrovo sia per i locali che vi si affacciano che per varie manifestazioni sportive che vi hanno luogo. Inoltre, nell’ultima domenica di maggio ospita il Palio di Ferrara, istituito nel 1279 e considerato il più antico palio al mondo .

Visita alle Antiche Mura: E’ un piacere seguire di giorno a piedi o in bicicletta gli itinerari predisposti. Molto suggestiva la vista di notte durante il periodo estivo, all’ alba o al tramonto in primavera, avvolte nella nebbia in inverno. Raggiungibile in 10 minuti a piedi.

Teatro Comunale : se siete appassionati di musica classica, lirica, prosa, date un’ occhiata al programma dell’ anno e agli eventi organizzati da ferrara Musica. Punta di diamante dell’ attivita’ del Teatro e’ la stagione concertistica diretta dal Maestro Claudio Abbado in collaborazione con la Mahler Chamber Orchestra. Sul sito e’ fra l’ altro possibile prenotare on-line i biglietti. raggiungibile in 10 minuti a piedi.

Visita Ai Musei d’ Arte Moderna e Contemporanea : comprendenti la Pinacoteca Nazionale presso Palazzo Diamanti, il Museo dell’ Ottocento, Museo Giovanni Boldini, Museo Filippo De Pisis, Museo Michelangelo Antonioni e Museo della Resistenza. palazzo Diamanti in particolare e’ sede di prestigiose mostre organizzate da Ferrara Arte. Tutti raggiungibili in 15 minuti a piedi circa.

Visita ai Musei Civici di Arte Antica: Localizzato nel settore sud-orientale della citta’ , tra Corso Giovecca e Via Scandiana, rappresenta la rete museale di maggiore interesse per la maggior parte dei visitatori; comprende Palazzo Schifanoia (con stupende sale affrescate recentemente restaurate), il Lapidario Civico, Palazzo Bonaccossi e Palazzina Marfisa d’ Este. Raggiungibili in 15 minuti a piedi circa.

 

Cosa mangiare a Ferrara

Sei appassionato di cucina o semplicemente ami la buona tavola? Eccoti accontentato… una veloce guida alle principali specialita’ culinarie che potrai gustare nella nostra bella citta’ con proposte e suggerimenti che ti eviteranno di partire da Ferrara senza aver provato almeno uno dei suoi piatti tipici. Vi possiamo suggerire in particolare

La cucina ferrarese…